PRESENTATA LA 15^ EDIZIONE DEL TROFEO INTERNAZIONALE GRAND PRIX CITTA’ MURATA E L’ALTA PADOVANA TOUR

  Cittadella (Padova) – Mercoledì sera nella sala consiliare di Villa Rina, a Cittadella, in provincia di Padova, si è svolta la cerimonia di presentazione del 15° Trofeo Internazionale Grand Prix Città Murata, il popolare circuito riservato agli elite e agli under e organizzato dal Veloce Club Tombolo. La manifestazione, che da sempre rappresenta l’importante occasione per gli appassionati dello sport del pedale, è stata inaugurata tra gli applausi dall’Inno di Mameli per rendere omaggio ad un Paese che ha un grande attaccamento al ciclismo e a quanti si impegnano a mantenerlo vivo.

  Alla cerimonia sono intervenuti gli amministratori, i vari campioni dello sport e le delegazioni delle cinque gare che compongono il Grand Prix Città Murata 2016, ovvero il Gran Premio Longa di Schiavon-Memorial Gerry Gasparotto (svoltosi il 16 aprile); il Giro del Medio Brenta (10 luglio con arrivo in quota a Gallio, nel vicentino); il Gp Sportivi Poggiana di Riese Pio X (14 agosto); il Trofeo Gianfranco Bianchin a Paderno di Ponzano Veneto (25 settembre) e quindi la specifica presentazione della prossima 2^ prova del Circuito, ovvero l’Alta Padovana Tour, stabilita sabato 28 maggio.

  Ammirate ed applaudite le madrine cittadellesi addette al cerimoniale, curato da Andrea Pivato, Sofia Pivato (modella che ha partecipato a grandi eventi) e Anna Chiara Toniato (pallavolista del Team Volley di Serie B2).

  Con la brochure-fotografica realizzata da Alberto Zonta sono stati illustrati i dettagli della corsa del 28 maggio, tra le più veloci inserita nel calendario della Federazione Ciclistica Italiana e programmata lungo lo spettacolare circuito intercomunale comprendente Cittadella, Fontaniva, Galliera Veneta, San Martino di Lupari e Tombolo. Prevede il raduno mattutino allo Stadio Pier Cesare Tombolato (grazie alla collaborazione con il Cittadella Calcio), il passaggio di trasferimento nel centro storico e la partenza alle 13.30 dalla Cinta Murata. Il percorso si svilupperà su un primo giro di 21.2 km e sulle nove tornate di 13.2 km per un totale di 140 km.

  La serata è proseguita con I saluti del vice-sindaco reggente, Luca Pierobon e dell’assessore allo sport di Cittadella, Francesco Pozzato quindi di quelli del sindaco della sede di arrivo, Cristian Andretta, dei presidenti del Vc Tombolo e del Grand Prix Amedeo Pilotto ed Enzo Conte, del delegato del Coni, Flaviano Burato, del consigliere nazionale della Federazione, Igino Michieletto, oltre al consigliere comunale Luigi Sabatino e a Ginaldo Quattoni, della Consulta Sport.

  Il commento tecnico è stato affidato all’ex-professionista e direttore sportivo Flavio Miozzo seguito dagli interventi del direttore di corsa internazionale, Pierluigi Basso.

  Applausi sono stati dedicati ai campioni dello sport e una speciale passerella è stata dedicata all’As Cittadella Calcio (promossa in Serie B) guidata dal presidente Andrea Gabrielli, dal vice Giancarlo Pavin, dal dirigente-marketing, Federico Cerantola e composta dai calciatori Gambia Lamin Jallow e Jusupha Bobb. Durante la manifestazione è stato evidenziato il gemellaggio che da sempre unisce al ciclismo le varie realtà sportive del territorio come basket, volley, hockey e calcio a cinque.

  Il presidente del Pedale Cittadellese, Gianni Pegorin, ha donato poi il volume del 40° di fondazione del sodalizio al responsabile del Grand Prix, Enzo Conte e al presidente del Cittadella, Andrea Gabrielli. La serata si è conclusa con la tradizionale premiazione dedicata alle Forze dell’Ordine per il prezioso sostegno alle manifestazioni sportive e per la rilevante attività quotidiana.

  Per la Polizia di Stato (il Vice Questore Aggiunto a Padova. Angelo Gigante e l’Ispettore Capo, Giovanni Colluto della Polstrada di Padova); per i Carabinieri (il Colonnello Stefano Iasson, Comandante Provinciale di Padova), per la Polizia Locale (Gledis Sambugaro e Nicola Mosele del Distretto Pa1A); per i Vigili del Fuoco (Carlo Lago responsabile del distaccamento). Ringraziamenti sono stati rivolti ai Comandi della Guardia di Finanza e al Corpo Forestale dello Stato.

Francesco Coppola

 

FacebookTwitterGoogle+