DEBUTTO CONVINCENTE DEL TEAM CMC NEL MONDIALE ENDURO Prova incoraggiante in Irlanda per il team trevigiano sia nella categoria Elite che tra gli Under

Valdobbiadene (TV), 15 maggio 2016 – E’ stato un debutto convincente quello dei bikers del Team CMC nell’ Enduro World Series. In Irlanda a Wicklow, nella terza tappa del Mondiale, la prima europea dopo Cile e Argentina, i bikers del Team CMC hanno fatto il loro esordio nel massimo circuito dell’enduro in mountain bike. E’ stato un esordio convincente per la squadra di Valdobbiadene, primo team italiano di sempre a partecipare al Mondiale Enduro come squadra.

Nella categoria Elite, quella dei big, il biker bellunese Marco De Col, che partiva con il ruolo di leader della squadra, al termine di 7 prove speciali tutte avvincenti e tiratissime su un totale di 50 km di gara, ha ottenuto un onorevole 66° posto in 28’.21.25 (+2’.30.06). Un po’ più attardato il trentino Nicola Zortea 108° 30’.37.78 (+4.46.59). Per la cronaca la vittoria è andata a Greg Callaghan (Club Action Sports – Irl) in 25’.51.19, secondo Sam Hill (Chain Reaction – Aus) e terzo Richie Rude (Yeti Fox Shox – Usa).

Il Team CMC è andato bene anche nella classifica finale riservata agli Under21 con il bellunese Erwin Ronzon 28° con il tempo di 30’.00.03 (+3.00.26) e il trevigiano Alessandro Zoppelli 35° in 30’.33.46 (+3.33.69). La vittoria è andata all’atleta di casa Killian Callaghan (Irl) 26’.59.77, 2° Vid Persak (Slo) 27’.00.58 e 3° Leigh Johnson (Marin Stans – Gbr) 27’.04.33.

“In questa prima gara più che al piazzamento dei ragazzi bisogna guardare ai tempi, ai distacchi dai più forti e alla performance in generale. In quest’ottica possiamo dire che Marco De Col è andato molto forte. Siamo sicuri che lui possa avere ancora ampi margini di crescita e miglioramento. Tra gli italiani in gara, nella categoria Prof-Elite, solo riders esperti come Nicola Casadei, Alex Lupato e Marco Milivinti hanno fatto meglio di De Col. E guardando al resto della classifica, come tempi, siamo in linea per lottare spalla a spalla con il meglio dell’Enduro internazionale, con bikers di alto livello tutti appartenenti ai più forti team ufficiali del mondo. Lo stesso discorso vale per la categoria Under dove Ronzon e Zoppelli si sono fatti valere. Inoltre in gara ci è mancato il contributo prezioso di Damiano Rossa, presente in Irlanda, ma ancora fermo dopo l’infortunio alla clavicola. Per noi che siamo un team giovane, all’esordio, questa è sicuramente una nota positiva che ci da fiducia e morale per il proseguo della stgione e le prossime tappe del Mondiale EWS” spiega Davide Geronazzo che è uno dei team manager del Team CMC.

Prossimo appuntamento con il Mondiale Enduro il 16-17 luglio in Italia, per il round4, a La Thuile in Valle d’Aosta.

Classifiche EWS round3, Wicklow (Irl):
http://www.enduroworldseries.com/wp-content/uploads/2016/05/Results_Ireland-2016.pdf

Urban DH. A completare il bel week-end agonistico del Team CMC c’è da segnalare anche il primo posto ottenuto, nella categoria M2, da Roberto Moretto, trevigiano di Crocetta del Montello, nella gara di Downhill Urban “Mad of Lake” di Toscolano Maderno (BS) sul Lago di Garda. Moretto già Campione del Nord Est nel 2015 è uno specialista della spettacolare disciplina DH Urban.335

FacebookTwitterGoogle+