SUCCESSO PER IL MASTER CROSS SELLE SMP INTERNAZIONALE: FRANZOI TRA GLI OPEN; BULLERI E BARONI TRA LE DONNE

Vittorio Veneto (TV)- Con il Gp Città di Vittorio Veneto si è chiuso anche questa edizione del Master Cross Selle SMP, che per la stagione in corso è stato insignito dall’UCI quale International Cyclocross Series, un riconoscimento per il salto di qualità che il Trofeo ha fatto in pochissimi anni, portando tutte e 5 le gare a caratura internazionale. E i numeri hanno dato ragione, se si pensa che sono 2249 gli atleti che hanno preso il via in questa challenge. La gara più partecipata è stata l’Internazionale di Brugherio (MB) al Parco Increa con ben 608 atleti (un record per questa organizzazione), segue l’Internazionale del Ponte di Faè di Oderzo (TV) che è quella che ha avuto più atleti stranieri al via, quindi la new entry Gorizia, a seguire Vittorio Veneto (TV) e Buja (UD), gara di apertura ad inizio ottobre. Quattro mesi lunghi, che hanno visto fango (a Buja e Brugherio) , freddo e ghiaccio (le restanti tre manifestazioni) e che in virtù del regolamento, hanno dato vita a classifiche incerte fino alla prova finale di Vittorio Veneto che manteneva punteggio maggiorato.

Tra gli Open il vincitore è Enrico Franzoi. L’atleta della Wilier Force ha vinto con 2 punti e mezzo di vantaggio nei confronti di Luca Braidot, al termine di una bella battaglia sul campo gelato di Vittorio Veneto. Per lui, vincitore a Buja, ha vinto la costanza : sempre piazzato nella top 5 a differenza di Luca, ritirato nella gara d’apertura per un problema meccanico. In terza posizione si piazza Stefano Sala, che risulta anche il primo Under 23 (anche se la classifica è unica).

Tra le donne Open si riconferma l’elbana Alessia Bulleri (Aromitalia Vaiano) la più costante del Trofeo, che batte la bolzanina Anna Oberparleiter e Silvia Persico, cresciuta moltissimo nell’ultima parte del challenge. Tra le juniores invece, bella lotta tra la Campionessa Italiana Francesca Bulleri (Melavì) e Nicole Fede, con la Baroni che riesce togliere la maglia del Master Cross alla rivale  nell’ultima prova di Vittorio Veneto. In terza posizione si classifica Sara Casasola.

La sfortuna di Lorenzo Calloni (Selle Italia Guerciotti) non gli pregiudica però la vittoria tra gli juniores, appiedato in più occasioni del Trofeo, riesce comunque a reagire ogni volta portando a casa punticini preziosi per la generale, che gli permettono di vincere su Alberto Brancati e Leonardo Cover.

Più netta la vittoria di Davide De Pretto (Scuola Ciclismo Piovene) tra gli allievi al primo anno su Cristian Calligaro e Valentino Nadalutti. Al femminile è netta la vittoria di Lucia Bramati (Team Bramati) tra le donne esordienti, su Alice Papo e Martina Qualizza. Alessandra Grillo (Cicli Fiorin), cresce bene nell’ultima parte della stagione e conquista la maglia tra le donne allieve su Nicole Pesse e Asia Zontone. Più combattuta la gara tra gli allievi al secondo anno con TommasoBettuzzi (Cadrezzate) che per una manciata di punti conquista l’ambita maglia su Emanuele Huez e Michele Chiandussi. Il Trentino Cross sorride con la maglia di Bryan Olivo, che vince tra gli esordienti su Gabriel Fede e Gioele Solenne.

FacebookTwitterGoogle+