Contributo 5×1000 per le associazioni ciclistiche affiliate F.C.I.

Contributo 5×1000 per le associazioni ciclistiche affiliate F.C.I.

Le associazione sportive affiliate alla Federazione Ciclistica Italiana che praticano il ciclismo in forma non professionistica possono partecipare al riparto del 5×1000.

I privati cittadini potranno, quindi, destinare una quota pari al 5 per mille della propria Imposta sul reddito a finalità di interesse sociale (tra le quali lo sport) attraverso il modello Unico/730 ovvero tramite il prospetto allegato alla Certificazione Unica.

Fondamentale, per accedere al contributo, è il possesso dell’affiliazione sportiva (F.C.I.) e della successiva iscrizione nel Registro delle associazioni e società sportive dilettantistiche tenuto dal Coni oltre ad una serie di requisiti sostanziali e allo svolgimento di un’attività di rilevante interesse sociale.

Infatti, possono presentare la domanda di iscrizione agli elenchi dei beneficiari esclusivamente le associazioni che svolgono, con la presenza del settore giovanile, anche alternativamente, una prevalentemente attività di avviamento e formazione allo sport dei giovani di età inferiore a 18 anni, di avviamento alla pratica sportiva in favore di persone di età non inferiore a 60 anni o nei confronti di soggetti svantaggiati in ragione delle condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari.

Dal computo si escludono le società sportive dilettantistiche nonché le associazioni che rivestono esclusivamente il ruolo di organizzatori di manifestazioni.

 

Come accedere al contributo?

 

Per beneficiare del 5×1000 relativo all’anno finanziario 2017 le associazioni dovranno risultare iscritte nell’apposito “elenco dei soggetti beneficiari” procedendo, entro le scadenze, come segue:

08/05/17 – presentazione telematica (autonomamente con Fisconline o tramite un commercialista) della domanda di iscrizione negli elenchi del 5×1000;

14/05/17 – pubblicazione sul sito dell’Agenzia delle Entrate degli elenchi provvisori;

22/05/17 – presentazione alla Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate territorialmente competente (in base alla sede legale dell’associazione) di eventuali richieste di correzione dei dati indicati nell’elenco provvisorio;

25/05/17 – pubblicazione degli elenchi definitivi dei soggetti beneficiari;

30/06/17 – invio all’Ufficio regionale del CONI territorialmente competente della dichiarazione sostitutiva dell’atto notorio di possesso dei requisiti per fruire dell’agevolazione (alla dichiarazione deve essere allegata, a pena di decadenza, fotocopia non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore).

Stante quanto sopra, gli enti che sono presenti nell’elenco permanente degli iscritti (pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate il 31/03/2017) non sono tenuti a trasmettere nuovamente la domanda telematica di iscrizione al 5×1000 per il 2017 (e a inviare la dichiarazione sostitutiva), in quanto la domanda di iscrizione e la dichiarazione sostitutiva regolarmente presentate nel 2016 esplicano effetti anche nell’anno successivo (2017), se le condizioni permangono le medesime e non è stato variato il Presidente.

La domanda telematica di iscrizione al 5 per mille per il 2017 deve quindi essere trasmessa dagli enti di nuova costituzione e dagli enti che non si sono iscritti nel 2016 o dagli enti non regolarmente iscritti o privi dei requisiti nel 2016.

Concludendo, i legali rappresentanti delle associazioni sportive dilettantistiche neo iscritte nell’elenco pubblicato entro il 25 maggio 2017 devono spedire entro il 30 giugno 2017 tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, all’Ufficio del Coni nel cui ambito territoriale si trova la sede legale dell’associazione interessata, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell’articolo 47 del DPR n. 445 del 2000, che attesta la persistenza dei requisiti che danno diritto all’iscrizione.

 

Enrico Savio

FacebookTwitterGoogle+