Vittorio Veneto al Frare De Nardi vince Toniatti Team Colpack

Andrea Toniatti mette la firma anche a Vittorio Veneto

 

Bergamo, 01 Maggio 2017 – Il trentino Andrea Toniatti si conferma il dilettante italiano più vincente in questo avvio di stagione 2017 e ieri ha raccolto la sua quinta vittoria stagionale nella 62/a Medaglia d’Oro Frare De Nardi. Il corridore del Team Colpack – Marchiol ha vinto sul traguardo di Vittorio Veneto lo sprint ristretto che ha deciso la corsa. Quarto posto per Andrea Garosio, poi ottavo Umberto Orsini.

Una corsa che ha vissuto a lunghi tratti su una numerosa fuga di una quindicina di corridori che hanno preso il largo dopo 30 chilometri dal via e che a lungo si sono mantenuti davanti con un vantaggio che oscillava tra i 2 e i 3 minuti sul gruppo. Nel finale è stato proprio il Team Colpack – Marchiol – diretto nell’occasione da Antonio Bevilacqua e Mirco Lorenzetto – a prendere in mano le redini della corsa e a ridurre il gap a soli 20 secondi ai piedi della salita di Ca’ del Poggio, posta a una trentina di chilometri dall’arrivo. Il rimescolamento delle carte propone una nuova fuga di 20 corridori poi rimasti in cinque nelle battute decisive della gara: la Colpack – Marchiol può contare su Toniatti e Garosio e con loro ci sono Leonardo Basso della General Store, Giacomo Zilio della Zalf e Stefano Nardelli della Gavardo. Il quintetto arriva al traguardo e Toniatti vince la volata regalando una nuova gioia al suo presidente Beppe Colleoni, anche oggi presente in ammiraglia. “La squadra è stata fantastica, ha svolto un gran lavoro”, il commento secco del team manager Antonio Bevilacqua.

Oggi, 1° maggio, doppio appuntamento per la formazione orobico – trevigiana: la 50/a Coppa Penna in località Penna di Terranuova Bracciolini (Arezzo) e la 62/a Coppa 1° Maggio – Memorial Sergio Viola a Stagno Lombardo (Cremona).

 

Sabato altra giornata di podi per il Team Colpack – Marchiol impegnato su diversi fronti. Il varesino Alessandro Covi ha raccolto un secondo posto nella gara di casa, nel suo paese a Taino. In palio c’era il 7° Trofeo Corri per la Mamma. Ha portato via la fuga a tre che ha deciso la corsa risultando, nel finale, tra i più attivi sul muro di Tainenberg, ma poi sul traguardo si è visto superato da Mattia Bevilacqua della Zalf-Fior. Un risultato e una prestazione di assoluto valore per il corridore varesino, al primo anno nella categoria.

Venerdì  e sabato la squadra è stata impegnata anche al Toscana Terra di Ciclismo – Eroica, gara a tappe internazionale per Under 23.

Sabato, nella seconda e ultima tappa, corsa da Foiano della Chiana a Buonconvento, è salito sul terzo gradino del podio il veronese Alessandro Fedeli, preceduto dal portoghese Joao Almeida della Unieuro Trevigiani e dal campione europeo Aleksandr Riabushenko del Team Palazzago. Fedeli ha anche concluso al settimo posto nella classifica generale finale, a 1’03” dall’australiano Hindley che ha vinto la corsa.

Il giorno precedente si erano disputate due semitappe: cronosquadre al mattino con vittoria della Nazionale Australiana davanti a Unieuro e terza la Colpack – Marchiol a 39”. Nel pomeriggio vittoria di Riabushenko a Civitella Marittima con il quarto posto di Fedeli.

FacebookTwitterGoogle+