SPRINT VIDOR LA VALLATA, UNA FESTA PER 35 ANNI DI SUCCESSI NEL CICLISMO. A Soligo varata la pista di MTB permanente nel giorno dell’argento tricolore di Simone Pederiva.

Pare un canovaccio confezionato alla perfezione. Mentre a Soligo si inaugura un pista di MTB permanente per le categorie giovanili, a Cison di Valmarino ecco che Simone Pederiva atleta di Col San Martino conquistare l’argento nel campionato Italiano Eliminator. Strabiliante: il tutto ad un tiro di schioppo e quasi in contemporanea. La Sprint Vidor La Vallata non poteva augurarsi festa di compleanno migliore: 35 anni spesi davvero bene al servizio del ciclismo. E non è da tutti pensare a qualcosa di concreto per un traguardo tanto importante: mini-percorso permanente a beneficio del futuro del fuoristrada, 600 metri di divertimento e acrobazia che da sabato sera sono fruibili nell’area comunale di Soligo in concessione gratuita alla Sprint Vidor per 30 anni.

Al taglio del nastro, il sindaco Giuseppe Nardi e l’assessore Walter Ballancin: inseriti paraboliche e dossi artificiali, del complesso fanno parte anche due baby piste per gli esercizi dei più piccoli di circa 100 mt. La società del presidente Fabrizio Cazzola che da Maggio è anche a capo della Commissione Giovanile Nazionale della FCI, è esempio lungimirante di multidisciplinarietà, avendo creduto nei progetti della FCI e nella MTB già da quattro stagioni a questa parte: ” questa operazione ci ha portato ad incrementare in modo esponenziale i nostri numeri in questa stagione abbiamo registrato un incremento del 25% dei nostri giovanissimi. Ad oggi la nostra società conta all’incirca 80 atleti tra i 6 e 16 anni che si dilettano tra strada, mtb e pista. Un fermento che vorremmo ci portasse nel 2018 all’organizzazione del Meeting Provinciale Giovanissimi e magari nel 2019 a quello regionale”.

A Soligo, però, non manca il memento vintage: premi per gli ex presidenti Ivo Frozza e Pierangelo Zanco, i tricolori giovanili che hanno fatto la storia della Sprint, Matteo Varago, Nicola Rossi e Simon Giacomello. Il direttore sportivo storico e cofondatore della squadra Guerrino Corazzin, gli sponsor storici Edilsoligo di Eugenio Casagrande e Biemmereti-SognoVeneto di Raffaele Mazzucco omaggi e ricordi poi anche per una settantina di ex atleti che negli anni dal 82 ad oggi hanno vestito la magia bianco-nero-rossa di Sprint Vidor.

Mattia Toffoletto
La Tribuna di Treviso

FacebookTwitterGoogle+