ALL’INSEGNA DELLA SOLIARIETA’ LA FESTA DEDICATA DAL FAN CLUB AL PROFESSIONISTA DELL’ANDRONI, MARCO BENFATTO

KODAK DIGITAL STILL CAMERA

Sant’Eufemia di Borgoricco (Padova) – Grande festa nei giorni scorsi nel Centro Parrocchiale di Sant’Eugemia di Borgoricco (Padova) per la conclusione della stagione che il Fan Club Marco Benfatto ha dedicato al proprio beniamino. A festeggiare il portacolori dell’Androni tanti ospiti illustri ma anche compagni che hanno condiviso con lui la crescita fin dalla categoria Giovanissimi. Nel 2016, al suo secondo anno tra i professionisti, Benfatto totalizzò 9 vittorie regalando grandi soddisfazioni ai suoi sostenitori; quest’anno, invece, a causa di un problema patito al ginocchio che lo ha tenuto fermo per un mese nella fase più impegnativa della stagione, ne sono state tre e tutte realizzate nella “sua amata” Cina che lo vide grande protagonista l’anno precedente.
Successi quelli del 2017 che sono andati ad aggiungersi a un un secondo (in Turchia), un terzo, quattro quarti e tre quinti e che portano complessivamente a 15 i centri da quando è passato professionista nel 2015. A tracciare il bilancio dell’annata è stato lo stesso corridore dell’Androni al cospetto di 160 ospiti e tra loro tanti ex compagni di squadra Marco Marcato, Andrea Pasqualon, Paolo Simion, Alberto Cecchin, Davide Gomirato ed il biker Giacomo Antonello, del sindaco Giovanna Novello, dell”assessore allo sport Marco Bragagnolo, dei consiglieri spirituali don Giovanni e don Matteo, del presidente della Federciclismo del Veneto, Igino Michieletto, di patron Bruno Carraro e del consigliere benemerito, Italo Bevilacqua ma anche dei dirigenti delle varie società che lo hanno accompagnato nella crescita sportiva.
E’ stata una serata molto bella e sentita ma anche dedicata alla solidarietà, quella preparata da Valentina, Martina e Giorgia e condotta da Luciano Martellozzo per aiutare il “Sogno di Davide” il bambino colpito da una malattia rara e grave per la quale sono necessarie terapie speciali e costose.
“E’ stata un’annata non male se considero i problemi che ho dovuto affrontare con il ginocchio – ha detto il corridore – . Non mi posso lamentare perché tre non è un brutto numero ma se penso a quanto raccolto nel 2016 ci rimango un pochino male. La mia coscienza e tranquilla perché ho sempre fatto del mio meglio per vincere. Ero partito molto bene ma il ginocchio ha mandato per aria i programmi. Quando sono rientrato i giochi erano già fatti e mi sono messo al servizio dei compagni di squadra che in quel momento andavano bene”. “Ho una grande voglia di riscatto e sono motivato – ha precisato Benfatto – . Voglio battere un colpo più forte e dimostrare che sono sempre presente e faccio tutto il possibile per esserlo nelle volate a me congeniali. Proprio per prepararmi con tranquillità sono andato ad abitare da solo nei pressi di Bassano del Grappa perché in questo modo sono vicinissimo in quella che ritengo una importante palestra di allenamento soprattutto per quanto riguarda le salite e quindi per migliorarmi ulteriormente. Lo stare da solo sotto certi aspetti mi ha fatto maturare e capire dove intervenire per fare ancora meglio”. “Vincere la Milano-Sanremo ma anche partecipare al Giro d’Italia – ha concluso – è il sogno che mi accompagna da quando ero bambino ma penso che sia l’obiettivo di tanti”.
La nuova stagione bussa già alle porte ed il primo appuntamento per l’Androni, squadra campione d’Italia 2017, sarà la 36^ Vuelta Ciclistica de la Provincia di Sait Joan, in Argentina, in programma dal 15 al 20 gennaio.
Foto e servizio di Francesco Coppola

FacebookTwitterGoogle+