“Ultima curva a sinistra”: il Giro del Belvedere diventa un libro

“Ultima curva a sinistra”: il Giro del Belvedere diventa un libro

Ricordi, immagini, aneddoti: un libro celebra l’ottantesima edizione della “Classica di Pasquetta”, che ha lanciato tanti campioni del ciclismo alla ribalta mondiale
Giacomini
Foto: Gianni Giacomini taglia vittorioso il traguardo del Giro del Belvedere 1980 in maglia di Campione del Mondo
(Photo Credits: Archivio Pro Belvedere, utilizzo gratuito consentito con credits) – Clicca sull’immagine per scaricarla.
Ottanta edizioni da sfogliare. Il Giro del Belvedere, in programma Lunedì 2 Aprile a Villa di Cordignano (TV), ripercorre emozioni, storie, aneddoti di una gara che ha saputo affermarsi come punto di riferimento internazionale nel panorama ciclistico Under 23. “Ultima curva a sinistra – 80 edizioni del Giro del Belvedere” è il titolo del libro scritto dalla 33enne Valentina Covre, che a Cordignano è cresciuta e ha vissuto in prima persona il clima di entusiasmo e trepidazione che si respira nel paese della Marca Trevigiana in attesa del grande giorno della “Classica di Pasquetta”.

Nella prima parte del libro – che verrà presentato in occasione del “vernissage” di Venerdì 23 Marzo presso il Ristorante & Resort Ca’ del Poggio a San Pietro di Feletto (TV) – l’autrice ricostruisce la storia del Giro del Belvedere di tappa in tappa. Dall’evoluzione del percorso ai retroscena svelati dallo staff organizzatore. E ancora il cambio di passo che ha conferito all’evento ciclistico trevigiano un appeal internazionale, la svolta sul piano dei social e della comunicazione. La seconda parte del libro raccoglie invece le testimonianze di chi la storia, di fatto, l’ha scritta: le emozionanti testimonianze dei corridori, i momenti concitati e le vittorie scolpite nei ricordi dei direttori sportivi, e poi ancora i commenti degli organizzatori, tra amicizie e gioco, aneddoti e curiosità.

Le due parti del libro, ricche di foto inedite rispolverate per l’occasione, sono intervallate dall’albo d’oro che ricapitola i primi tre classificati di ogni edizione, dalla prima del 14 Ottobre 1923, quando fu Alfonso Piccin a salire sul gradino più alto del podio, sino alla recente affermazione del bielorusso Aleksandr Riabushenko, vincitore lo scorso anno in maglia di Campione Europeo, passando per le vittorie di campioni del calibro di Maurizio Fondriest, Silvio Martinello e Ivan Gotti.

“Da tempo ci interrogavamo sull’opportunità di realizzare un libro che ripercorresse le tappe della nostra lunga storia – spiega il responsabile dell’organizzazione Gianfranco Carlet – Dopo mesi di lavoro, ne annunciamo l’uscita che rende merito a tutti coloro che in questi decenni hanno reso grande la nostra gara. Un libro che non è solo una raccolta di date e nomi, ma un insieme di racconti, testimonianze e aneddoti che rievocano le gesta dei ciclisti che hanno solcato le strade di Villa di Cordignano”.

Villa di Cordignano (TV), 9 Febbraio 2018

FacebookTwitterGoogle+