PRESENTATA A MONASTIER DI TREVISO L’ATTIVITA’ CICLOTURISTICA AMATORIALE DEL 2019 CHE COMPRENDE IL 2° CRITERIUM VENETO E PREMIATE LE SOCIETA’ PROTAGONISTE DELLA PASSATA STAGIONE

PRESENTATA A MONASTIER DI TREVISO L’ATTIVITA’ CICLOTURISTICA AMATORIALE DEL 2019 CHE COMPRENDE IL 2° CRITERIUM VENETO E PREMIATE LE SOCIETA’ PROTAGONISTE DELLA PASSATA STAGIONE

KODAK DIGITAL STILL CAMERA

Monastier (Treviso) – “Con questo incontro inizia ufficialmente la nuova stagione ciclistica amatoriale 2019 in Veneto. La Commissione, che mi onoro di presiedere, ha lavorato con impegno ed esperienza per preparare un calendario ed un programma-regolamento che rispecchi la realtà sportiva della nostra regione”. A sottolinearlo è stato Diego Varetto, Coordinatore della Commissione Cicloturistca Amatoriale del Veneto, in occasione della Festa del settore svoltasi nella Sala Polivalente di Monastier, in provincia di Treviso.
Un appuntamento interessante, preparato alla vigilia dell’avvio della nuova stagione, per presentare i calendari dei vari settori e tra loro il Criterium Veneto 2019 (il Torneo Regionale Cicloturistico Amatoriale) e le normative e le novità che regoleranno l’intera attività. Alla manifestazione, organizzata con la collaborazione del Team Bike Monastier (sodalizio al decimo anno di attività e presieduto da Francesco Zocco), hanno partecipato, tra gli altri, il Coordinatore Nazionale del settore, Renzo Pizzolato, il Presidente e il Vice Presidente Vicario e referente per il settore, Igino Michieletto e Ivano Corbanese, il sindaco e l’assessore allo sport di Monastier, Paola Moro e Stefano Dussin nonché Gaetano Castellani del Velo Club Santa Maria organizzatore del Raduno Nazionale Cicloturistico che si svolgerà ad Assisi (Perugia) l’8 settembre.
L’incontro è stato inaugurato dalla relazione di Varetto che ha reso noti i numeri che hanno caratterizzato la stagione 2018. I tesserati delle categorie amatoriali nel Veneto sono 7720 di cui 6479 Master e 1241 Cicloturisti e dove si è registrata una leggera flessione rispetto al 2017; mentre le società che si dedicano al settore sono 346 e le manifestazioni organizzate sono state 58.
“Attualmente – ha precisato Varetto – quelle in calendario fino ad ora sono 60 e abbiamo quindi motivo di ritenere che la nostra regione abbia i numeri per essere al primo posto nel ciclismo amatoriale nazionale. Quello che ci sta più a cuore è che vogliamo essere al primo posto per civiltà e correttezza sulle strade; essere riconosciuti come coloro che sanno rispettare il Codice della Strada e l’ambiente in cui vivono”.
Subito dopo è intervenuto Pizzolato che si è soffermato sulle varie normative che regoleranno tutta l’attività nel 2019 e che il settore dedicherà, con un contributo, le proprie attenzioni alla promozione del ciclismo giovanile.
“Il ciclismo è uno sport che mette insieme le varie realtà – ha precisato dal canto suo Igino Michieletto – ed è bello sapere che quello seguito dagli adulti contribuisce alla promozione del giovanile. Un ciclismo dove amicizia e agonismo devono andare a braccetto e dove deve esserci un’unità di grande movimento”. Successivamente sono stati presentati i calendari relativi al Criterium Veneto (12 prove) e quelli del mediofondo e randonnée (20), dell’amatoriale (10) e delle pedalate ecologiche (10).
La manifestazione è proseguita con le premiazioni, con la collaborazione delle miss Sonia e Donatella, dei protagonisti del Campionato Cicloturistico (raduni) e del Mediofondo. Ad imporsi nella prima categoria sono stati i Campioni Italiani della Sc Favaro Veneto seguiti dal Cc Fonte San Benedetto Scorzè, Resanese, Barbariga Vigonza e Uc Paese. Ad affermarsi nel Mediofondo, invece, sono stati i padroni di casa del Team Bike Monastier che hanno preceduto quelli del Santa Cristina e del Castelmassa.
La serata è stata conclusa dalla presentazione del Criterium Veneto, giunto alla seconda edizione, da parte del suo presidente Lorenzo Salvadori che ha precisato che il calendario del 2019 prevede tre tappe in più rispetto a quelle del 2018 e che sarà inaugurato il 7 aprile ad Asolo (Treviso) con la Granfondo Segafredo Asolo a cura della Dolomiti PSG e si concluderà il 29 settembre a Jesolo (Venezia) con la Prima Mediofondo Memorial Marsilio Sperandio-Trofeo Città di Jesolo organizzata dalla Marina Jesolo Cicli Sperandio.
Le tre nuove entrate nel Criterium Triveneto 2019 sono: la Mediofondo dell’Asparago di Bassano (Vicenza) il 19 maggio a cura di Eventi Sportivi; il 23 giugno la Mediofondo dei Colli Berici-16° Trofeo Alpini Minerbe-2° Memorial Pietro Furlani (Gs Fcm Furlani Div. Di Simen s.p.a.) e quindi quella del 29 settembre a Jesolo. Per la stesura parziale delle classifiche del Criterium saranno utilizzati i seguenti parametri con i coefficienti di avvicinamento pari a 1,20 (20-70 km) e a 1,50 (70 km e oltre).
L’Associazione Sportiva Dilettantistica Criterium Veneto è composta da Lorenzo Salvadori (presidente), Michele Dussin (vicepresidente), Valter De Rossi (segretario e tesoriere) e Paolo Veronese e Simone Tortato (consiglieri); mentre la Commissione Cicloturistica Amatoriale del Veneto è formata da Diego Varetto (coordinatore), Lorenzo Salvadori (segretario), Sandro Vian (aiuto segretario), Girolamo Cavinato, Marino Vazzola e Simone Tortato (componenti).
Servizio e foto di Francesco Coppola

FacebookTwitterGoogle+