Dichiarazione dei redditi entro il 30 settembre 2015

Le associazioni e società sportive dilettantistiche dovranno inviare all’Agenzia delle Entrate, entro il 30/09, la propria dichiarazione dei redditi. Gli enti sportivi affiliati FCI saranno tenuti all’adempimento in oggetto secondo le seguenti modalità:
– associazioni sportive dilettantistiche (ASD) con P.Iva: dovranno presentare telematicamente (Fisconline o Entratel) il modello UNICO ENC, il modelloIRAP e la dichiarazione Iva (salvo opzione L. 398/91);
– associazioni sportive dilettantistiche (ASD) senza P.Iva: le associazioni dotate del solo codice fiscale, dovranno presentare il modello UNICO ENCesclusivamente se hanno incassato nel periodo d’imposta 2014 entrate da “attività commerciale occasionale” (servizio di sponsorizzazione di un singolo evento sportivo, iscrizione ad una gara di atleta non tesserato Fci, cessione occasionale di beni nuovi, ecc.) da includere nella voce “redditi diversi” ovvero se hanno posseduto altri redditi (per esempio da fabbricati).
– società sportive dilettantistiche (SSD): dovranno presentare telematicamente (Fisconline o Entratel) il modello UNICO SC, il modello IRAP e la dichiarazione Iva (salvo opzione L. 398/91);
Tuttavia si ricorda che l’obbligo di presentazione del modello IRAP sussiste, a prescindere dallo svolgimento o meno dell’attività commerciale, qualora l’ente abbia sostenuto nell’esercizio 2014 costi per lavoro subordinato (ed assimilati), prestazioni di lavoro autonomo occasionale (ritenuta 20%) e/o utilizzato lavoratori con voucher.
Alle dichiarazioni sopra indicate dovrà poi essere aggiunto, per le associazioni e società che hanno deciso l’applicazione del regime di cui alla L. 398/91 a partire dall’anno 2014, il frontespizio della Dichiarazione Iva con l’indicazione nel quadro VO della scelta operata.
Le suddette dichiarazioni fiscali si considerano omesse qualora il contribuente, pur essendone tenuto, non ha provveduto al relativo invio trascorsi 90 giorni dalla scadenza del termine ordinario del 30/09 (per gli enti sportivi che presentano il periodo d’imposta coincidente con l’anno solare).
Le conseguenze in caso della mancata presentazione della dichiarazione redditi e del modello IRAP sono rappresentante dall’applicazione della sanzione amministrativa dal 120% al 240% dell’ammontare delle imposte dovute con un minimo di € 258 per ogni dichiarativo omesso.
Il Comitato Provinciale di Treviso vi consiglia di verificare presso il vostro professionista di fiducia l’avvenuto invio delle dichiarazioni fiscali 2015 per l’anno 2014 nonché la stampa e la conservazione delle ricevute di ricezione dei modelli inviati.

FacebookTwitterGoogle+